Benvenuto nel Noob Writers, il blog dedicato a scrittura e community!

Il mondo virtuale mi conosce come Feleset, sono una studentessa universitaria, un utente di forum, una moderatrice, un’aspirante scrittrice e un’amante dei gatti. Questo è il mio primo blog in assoluto, tanto che grazie al mio innato talento da diversamente informatica non so se riuscirò a sfruttarne a pieno le potenzialità. Ma stai tranquillo, io sono una persona che a forza di prendere a testate il muro impara.

Ebbene, in questo primo articolo credo che sia cosa buona e giusta farti capire di cosa voglio parlare nel mio blog. Già, perché questo luogo non è né una landa di cazzeggio&delirio né un diario segreto che potrà essere letto da soli 6 miliardi e mezzo di persone. Insomma, non leggerai sfoghi personali su quanto il mondo sia ingiusto e su come tutti ce l’abbiano con me. Se cercavi qualcosa del genere, fatti bastare il confessionale del Grande Fratello.

Ma dunque, se questo è un blog con un tema ben preciso, di cosa tratta esattamente? Beh, la cosa che mi interessa di più, almeno per ora, è aiutare gli aspiranti scrittori, gli esordienti e gli emergenti ad ambientarsi al meglio nei forum dedicati alla loro passione. Può sembrare una cosa inutile o insensata, ma ti assicuro anche gli scrittori più abili quando iniziano a girovagare per il web diventano dei perfetti niubbi, motivo per cui ho deciso di chiamarli in modo affettuoso noob writer. Insomma, come tutti i niubbi, anche loro si devono sniubbare.

 

– Noob writer in preda alla disperazione –

 

Ora ti potresti domandare come mai voglio occuparmi proprio di scrittori e di forum. Beh, innanzitutto credo che un qualunque blogger che si rispetti debba parlare solo di ciò che sa, a meno che non abbia interesse nel farsi smontare i propri articoli punto per punto. Io non sono una scrittrice nel senso “reale” della parola, non ho mai inviato nulla alle case editrici e non ho mai pubblicato niente, quindi non mi metterò a scrivere articoli che contengono formule magiche per diventare bravi scrittori o scrittori di successo (no, le due cose non coincidono); quello che posso fare, invece, è dare consigli su come interagire con altre persone che hanno la medesima passione. E questo lo faccio perché sono assolutamente convinta che uno scrittore abbia bisogno di confrontarsi con qualcuno.

Vediamo perché.

  • Perché uno scrittore non deve chiudersi in se stesso, dato che ciò che sta scrivendo verrà letto da altri. Finché uno si limita ai diari segreti (quelli che NON vengono letti da 6 miliardi e mezzo di persone, tanto per intenderci) o ai manoscritti nel cassetto, può scrivere come gli pare. Può ignorare tutte le regole della grammatica e della narrativa, può scrivere poesie in stile pseudo-futurista con parole prese dall’elenco telefonico o lettere al contrario, può usare il suo manoscritto per fare l’origami di un babbuino o per creare fogli da tritare nel pollo del McDonald. Non importa, sta scrivendo per se stesso e fa quel che vuole. Il problema è che la maggior parte degli aspiranti scrittori, guarda caso, non ragiona in questo modo. La maggior parte degli aspiranti scrittori, partendo dai sei anni in su, desidera farsi leggere o, meglio ancora, pubblicare. Ebbene, forse non lo sai, ma arrivare in libreria non è affatto facile, quindi se il tuo libro è scritto con uno stile improvvisato non ci arriva. E no, non basta leggere 8294 romanzi all’anno, perché se non sai quali elementi rendono un’opera valida e quali la rendono scadente non saprai mai su cosa puntare nella stesura del tuo scritto. Ovviamente non sto nemmeno dicendo che confrontarsi con gli altri debba essere un’alternativa alla lettura: bisogna leggere sempre e comunque, ma avendo un occhio più critico rispetto a un comune lettore. Insomma, ti piace scrivere, nella tua zona non conosci nessuno (o quasi) che condivida la tua passione, quindi perché non sfruttare un metodo che ti permette di comunicare con altre persone come te? Mowgli nella giungla era l’unico essere umano, ma questo non significa che i suoi simili fossero lontani.

 

- Un tuo parente ti può aiutare a diventare scrittore quanto Baloo può aiutare Mowgli a comportarsi da umano. Esci anche tu dalla giungla! -

 

  • Perché nei forum potrai chiedere informazioni specifiche. Quando si cercano notizie per il web capita sempre che qualche dubbio rimanga irrisolto. C’è sempre quella cosa che vorresti tanto sapere ma che risulta confusa, quella questione che un sito espone in un modo e un blog in un altro. La differenza tra blog e forum è sostanzialmente questa: nei forum TUTTI gli utenti possono aprire nuove discussioni, quindi chiunque può risolvere i propri dubbi domandando direttamente agli altri membri della comunità. Insomma, vuoi scoprire se con il narratore in prima persona è meglio usare il presente o il passato? Apri un nuovo topic e chiedi! Nei blog si può solo commentare gli articoli scritti da altri, non si possono porre nuove questioni liberamente. Forse capirai che non tutte le tue domande hanno una risposta ben precisa (come quella del mio esempio), ma magari avrai modo di comprendere quale soluzione si avvicina di più ai tuoi gusti e a ciò che hai intenzione di scrivere. Non avere paura di confrontarti con gli altri, i forum esistono per questo!
  • Perché sui forum avrai la possibilità di inserire i tuoi scritti e di farli valutare. Molti scrittori dall’ego smisurato, inserendo per la prima volta un proprio racconto, sono stati pesantemente stroncati. Motivo? Non si erano mai confrontati con nessuno, esclusa la mamma e la sorella che li adoravano, quindi erano convinti di essere dei geni letterari. Ora ti faccio una domanda: secondo te è meglio venir stroncati dagli utenti di un forum o direttamente da un editore? Meglio essere avvertiti in anticipo dei propri limiti o buttarsi nel vuoto senza sapere come si apre il paracadute? Io direi la prima, ma non preoccuparti, in questo blog c’è libertà di pensiero.

 

- Mi sa che se continuo così farò anch'io la stessa fine -

 

  • Perché nei forum verrai a conoscenza di molte informazioni utili di cui ignoravi l’esistenza. Prima di iniziare a navigare per il web sapevi dell’esistenza di case editrici che vendono la pubblicazione intascandosi migliaia di euro? E sapevi che il famoso Gruppo Albatros era (ed è) tra queste? Ci sono molte cose che uno scrittore DEVE sapere. Ma appunto, se non ha mai sentito parlare di un determinato argomento come fa a informarsi? Questo punto è molto più importante di quanto sembra: prima di buttare tempo e denaro, è sempre meglio cercare di saperne qualcosa in più. Come si suol dire, meglio prevenire che curare. Ah, nel caso in cui non lo sapessi: il Gruppo Albatros su Canale 5 vende pubblicazioni esattamente come Mondial Casa vende le pentole. Sì, esatto, vogliono i tuoi soldi. E stanno aspettando che invii loro il frutto delle tue fatiche.
  • Perché nei forum avrai modo di vendere copie del tuo libro. Beh, questo è il punto che ti interessa di più, no? Per questo l’ho messo per ultimo, così solo coloro che hanno portato pazienza potranno conoscere la VeritàTM! Insomma, tu puoi! Tanto per capirci: più persone si conoscono più probabilità si ha di trovare qualcuno che compri ciò che hai scritto, e ovviamente se sei in un forum di scrittori le possibilità aumentano ulteriormente. Non credo di dovermi dilungare troppo, visto che la questione mi sembra abbastanza intuitiva, ma mi limito a specificare che in alcune comunità esistono spazi appositi per la pubblicità delle proprie opere edite. Tra l’altro per alcuni forum girano pure editor e agenti letterari… chi lo sa, magari avere le conoscenze giuste può aiutare.

Sono arrivata ormai alla conclusione dell’articolo, quindi se sei arrivato fin qui a forza sei libero di tirare un sospiro di sollievo. Se hai delle domande in merito a ciò che ho scritto (o eventuali errori da segnalarmi) puoi scrivere direttamente nei commenti. Sappi però che ho intenzione di aprire una discussione a parte sulle FAQs, giusto per chiarire tutti i dettagli sul tema principale del blog e per evidenziare alcune piccole regole per i commentatori (niente di grave, stai tranquillo). Nei prossimi articoli mi piacerebbe iniziare a dare consigli su come comportarsi quando si inizia a frequentare un forum, a partire dalla scelta della community più adatta. Spero che questi argomenti risultino interessanti anche per chi già frequenta una comunità virtuale, visto che alla fine c’è sempre qualcosa da imparare (o mal che vada su cui ridere). Per cui continua a seguirmi! E ricordati che se mi verrà voglia potrò sempre ricorrere all’ipnosi:

 

 

Alla prossima!

P.S. Io voglio il gattino al centro!