Che tu ti sia preoccupato o meno, te lo dico lo stesso: sono viva. Purtroppo sono in un periodo in cui non posso promettere niente nemmeno a breve termine, ma tiro avanti. Lo dico perché se ti stai chiedendo quando ci sarà il nuovo Personaggio o la nuova Mission, beh, nessuno potrà darti una risposta.

Mentre aspetti gli articoli “seri”, comunque, puoi sempre goderti i ritocchini che ho fatto al blog. Adesso in basso a destra ho messo l’archivio mensile, che credo non faccia mai male. Ma soprattutto – rullo di tamburi – ho reso visibile un’anteprima della mia libreria di Anobii! Quelli che vedi sono i libri che sto leggendo e/o gli ultimi libri che ho letto. Ho riflettuto molto prima di scegliere se esporli o meno, perché non tutto quello che leggo merita, dunque non sapevo se fosse giusto fare pubblicità a un libro schifoso. Le possibili soluzioni erano due:

1) dare voti ai libri;

2) fregarsene.

Indovina quale ho scelto? La seconda, esatto. Ho scelto la seconda perché alla fine non me la sentivo di quantificare in numeri il valore di un’opera di narrativa; non dico che dare stelline sia sbagliato a prescindere, ma non è il metro di giudizio che fa per me. Preferisco spiegare a parole se un libro merita o no, dunque sarò disponibile a dare eventuali pareri solo in questo modo.

Insomma, morale della favola: finché non pubblicizzo libri pubblicati a pagamento non faccio nulla di male, e visto che i libri di quel tipo li evito come la peste, la visibilità verrà data solo alle opere di editori free o autopubblicate. Fanno schifo? Amen, ciò che fa schifo a me non è detto che faccia schifo a tutti. E anche se facesse schifo a tutti, nessuno morirà per questo.

Bene, direi che non ho altro da dire. Ah, giusto, dato che ci siamo: buona lettura!

Annunci