Dato che il mio articolo sugli ebook reader risulta il più visitato* del blog, ho deciso di passare alla fase successiva: “Ok, ho comprato un lettore ebook. E adesso?”

(*ha superato anche quello sul fanboy!)


- Ora potrai uscire di casa portandoti dietro tutto questo! E no, lascia perdere la borsa di Mary Poppins! -


Prima di metterti alla ricerca degli ebook con cui riempire il tuo lettore, è necessario conoscere le distinzioni. Gli ebook non sono tutti uguali, di conseguenza cambia il modo in cui è possibile procurarseli. Personalmente ritengo efficace questa classificazione:

– ebook gratuiti e legali;

– ebook gratuiti e illegali;

– ebook a pagamento con DRM;

– ebook a pagamento senza DRM.

Tra poco li analizzerò uno a uno, ma prima specifico una cosa. Il formato migliore per leggere un ebook su lettore è epub. In giro per il web si trovano però molti ebook in altri formati, per esempio pdf, doc e lit. Quando è possibile, cerca sempre di procurarti l’epub. In alternativa puoi convertire gli altri formati con programmi gratuiti come Calibre. Il risultato non è sempre ottimale (in particolare evita di convertire i pdf con note sottostanti), ma il testo si dovrebbe leggere bene. Nella mia personale esperienza, inoltre, posso dire che il mio Sony PRS-600 legge benissimo gli rtf. Controlla quali formati sono supportati dal tuo ebook reader.


Ebook gratuiti e legali.

Prima di tutto, possono essere distribuiti gratuitamente tutti i testi dove i diritti d’autore sono scaduti. Citando direttamente dal sito della SIAE:

I diritti di utilizzazione economica durano per tutta la vita dell’autore e fino a 70 anni dopo la sua morte. Trascorso tale periodo l’opera cade in pubblico dominio. Nel caso di opere in collaborazione il termine si calcola con riferimento al coautore che muore per ultimo.

In pratica tutti gli ebook di scrittori morti entro il 1941 sono GRATIS e perfettamente LEGALI. Ergo, tutti gli autori più famosi che hanno pubblicato fino all’Ottocento si trovano sicuramente sul web. E difatti esiste un motore di ricerca in italiano che permette di trovare il libro che stai cercando, ovvero ebookgratis. Certo, di tutti i risultati trovati bisogna fare una selezione. In particolare:

– in alcuni siti è necessaria la registrazione prima di effettuare il download;

– in alcuni siti si trova solo il file in pdf, che io scaricherei solo come ultima spiaggia;

– in alcuni siti si trovano solo le opere in lingua originale, probabilmente per il problema del traduttore (che dovrebbe essere pagato).

In ogni caso, sicuramente troverai anche del materiale valido.


- Sì, insomma, più o meno -


Esiste però anche un secondo tipo di ebook gratuiti. Ci sono infatti autori viventi che decidono di mettere a disposizione la propria opera in download. Si tratta soprattutto di aspiranti scrittori che non si preoccupano tanto del guadagno (che per un esordiente di solito è minimo), ma semplicemente di avere più lettori possibili. È un modo di agire che personalmente ritengo giusto: quale massimo desiderio dovrebbe avere uno scrittore se non quello di farsi leggere da tutti? Ecco, regalando l’ebook è possibile diffondere la propria opera molto facilmente sul web. Ovviamente si tratta di una scelta che non tutti condividono, perché d’altra parte c’è sempre chi pensa di dover essere pagato per il frutto del suo lavoro. Ha senso, ma ti dirò una cosa: se pensi di diventare ricco facendo lo scrittore, beh, cambia aspirazioni.


- Michele Ferrero, il più ricco italiano del mondo. Basta scrivere, inventa anche tu una nuova Nutella! -


Gli ebook legali in download gratuito si possono trovare nei blog/siti dell’autore stesso o su siti appositi che li raccolgono. Una cosa fondamentale: scaricare un ebook gratis non significa certo essere autorizzati a plagiarlo. L’autore rinuncia a guadagnarci, ma la paternità dell’opera resta sua, a meno che non sia specificato.


Ebook gratuiti e illegali.

Sono gli ebook pirata, l’equivalente dei film e della musica che si scaricano da internet. Solitamente vengono creati per i libri di autori viventi che hanno molto successo e di conseguenza molte richieste. Come tutti i file pirata, però, possono avere dei difetti; nel caso degli ebook la pecca peggiore è il formato: spesso si trovano solo in pdf e l’epub non esiste. Il motivo probabilmente è legato alla poca diffusione degli ebook reader in Italia: chi si scarica un ebook illegale lo fa per leggerselo direttamente al pc, che privilegia quel formato.

Ora, io ovviamente non voglio incitare la gente a infrangere la legge, però posso dire che ciò che si sente dire in televisione sulla pirateria è a mio avviso solo un lato della medaglia. Prima di crearsi un’opinione ritengo che sia quantomeno corretto informarsi sugli studi che ritengono che il download illegale di ebook abbia effetti benefici sulle vendite dei libri cartacei. Perché se uno si scarica l’ebook e apprezza l’autore, poi non è così difficile immaginare che si procuri il libro per collezionarlo o per regalarlo a qualcuno. E non bisogna sottovalutare il passaparola. Quindi, ripeto, bisogna analizzare le cose a 360 gradi.

Detto ciò, sappi che gli ebook piratati si trovano negli stessi identici posti dove si trovano musica, film, anime, scanlation e qualunque altro materiale di quel tipo. E non mi pare di aver detto niente di scandaloso.


- La pirateria è una tentazione... resistile! -


Ebook a pagamento con DRM

Sono ebook acquistabili da alcuni siti (o dal sito dell’editore stesso) che presentano una protezione teoricamente “anti-pirateria”. Ma spieghiamo meglio cos’è il DRM. Cito Wikipedia:

Con Digital Rights Management (DRM), il cui significato letterale è “gestione dei diritti digitali”, si intendono i sistemi tecnologici mediante i quali i titolari di diritto d’autore (e dei cosiddetti diritti connessi) possono esercitare ed amministrare tali diritti nell’ambiente digitale, grazie alla possibilità di rendere protette, identificabili e tracciabili le opere di cui sono autori. […] Tramite i DRM, i file audio o video vengono codificati e criptati in modo da garantire una più difficile diffusione, impedimenti all’utenza e consentirne un utilizzo:

– limitato (ad esempio solo per determinati periodi di tempo o per determinate destinazioni d’uso);

– predefinito nella licenza d’accesso fornita (separatamente) agli utenti finali.

Ora, io non ho mai acquistato nessun ebook protetto da DRM, quindi non posso parlare per esperienza diretta, ma posso dire ciò che mi è stato detto. In poche parole chi acquista ebook protetti:

– può darsi che possa inserirli solo in determinati ebook reader;

– per inserirli nell’ebook reader potrebbe essere obbligato a registrarsi su Adobe per avere una password;

– non può crearne altre copie da passare agli amici;

– può darsi che tra qualche anno non riuscirà più a leggerli perché i software non verranno aggiornati (ma questo punto è ancora discusso);

– può essere tenuto sotto controllo dall’azienda che gli ha venduto il prodotto.

Questo, come dicevo, per proteggere dalla pirateria. Peccato però che le copie illegali rendano la vita ben più semplice, oltre a essere gratuite. E non è un’opinione, ma un dato di fatto. Proviamo a fare un paragone con i libri cartacei. Immagina di entrare in libreria, di prendere un libro in mano e di andare alla cassa per pagarlo. A questo punto il commesso ti chiede nome e cognome, registra il tuo acquisto su internet e ti dice che tra due anni devi restituire il libro, che ha uno speciale sistema anti-fotocopia e che non puoi prestarlo a nessuno. Sarebbe bello?



Ma c’è anche un’altra cosa interessante da sottolineare: sembra che togliere i DRM sia un gioco da ragazzi. Questo significa che chi lo inserisce non solo tenta di legare le mani agli acquirenti, ma mette una cosa che non funziona neanche. Insomma,

A CHE CAVOLO SERVONO I DRM?

Ti assicuro che vorrei tanto saperlo.


Ebook a pagamento senza DRM.

Per fortuna non sono l’unica a pensare che la protezione sugli ebook sia inutile. Difatti sempre più case editrici decidono di mettere in vendita le opere senza DRM. In poche parole, tu paghi, scarichi e poi fai quel che ti pare. Una bella comodità per chi è solito prestare i libri agli amici: con il DRM saresti praticamente costretto a prestargli l’ebook reader! E se il lettore ebook nel frattempo ti cade nel cesso o se lo mangia il cane, avrai almeno una copia di backup sul computer (cosa che ti consiglio di fare). Detto ciò, il mio messaggio è questo: prima di pagare, informati. Prima di acquistare un ebook controlla sempre che tipo di protezione ha. Se non c’è scritto niente, non comprarlo. Una casa editrice seria dovrebbe avere interesse nello specificare che i suoi libri non sono protetti da DRM.


"Tranquillo, gli ebook non protetti sono sicuri!"


L’ultima cosa su cui volevo invitarti a riflettere sono i prezzi. Esistono ebook, infatti, che oltre ad avere il DRM vengono venduti allo stesso prezzo del cartaceo! Ecco, questa cosa è assolutamente assurda: il cartaceo è un prodotto che prevede costi superiori di realizzazione e non è possibile pensare che un ebook li raggiunga. Anche perché in questo modo gli ebook non avrebbero mercato, e per capirlo basta fare una piccola riflessione:

– Che cosa ti serve per leggere un cartaceo? Niente, ti compri il libro e lo leggi.

– Che cosa ti serve per leggere un ebook? Un lettore costoso.

Conclusione: nessuno si procurerebbe un ebook reader per poi spendere gli stessi soldi di prima. Quindi tutto ciò non ha assolutamente senso.

L’ultimo consiglio che ti do è dunque questo: se i prezzi degli ebook sono troppo alti, evita di comprarli. Devo dire che tra l’altro ho buona ragione di pensare che politiche del genere vengano adottate apposta per diffondere la pirateria. Oppure chi lavora nel marketing della Mondadori è scemo, a te la scelta. Diciamo che sono più propensa a credere che gli imprenditori più ricchi siano furbi.

Alla prossima!

Annunci